Coordinamento Imperiese per l'Acqua Pubblica Rotating Header Image

Mezzo passo avanti

Oggi 26 settembre l’Assemblea dei Sindaci dell’AATO idrico ha deciso, con molto ritardo, di avviare la costituzione di una società consortile per l’affidamento del Servizio Idrico Integrato.

Una decisione che riteniamo positiva perché rende possibile la gestione pubblica dell’Acqua nel territorio della provincia di Imperia.

Rende possibile, ma non sicuro, che tutta la provincia abbia una gestione pubblica. Infatti, solo una successiva decisione di questa Assemblea permetterà, o meno, che prosegua la presenza di aziende private tra i gestori del servizio idrico, ancora per decenni.

Questo tentativo di “salvaguardare” le gestioni affidate ai privati si scontra frontalmente con la “salvaguardia” degli interessi e della volontà dei cittadini che, l’anno scorso, hanno deciso che l’Acqua debba essere fuori dal Mercato.

Nelle prossime settimane dovrà esserci questa decisione, molte volte rinviata. Deve essere chiaro a tutti i Sindaci che, se queste aziende venissero “salvaguardate” , il CIMAP , tra gli altri , provvederebbe a contestare presso il TAR questa decisione, come già fatto in altre situazioni analoghe.

Commenta