Coordinamento Imperiese per l'Acqua Pubblica Rotating Header Image

Abbiamo vinto! acqua, sole e legge uguale per tutti

Un lavoro di gente comune, di donne e uomini, singoli cittadini e associazioni iniziato due anni fa con la richiesta ai Comuni di modificare lo Statuto Comunale e dichiarare che l’acqua è un bene privo di rilevanza economica. Un lavoro capillare sul territorio che ha visto più persone di svariate appartenenze organizzarsi in un unico Coordinamento che è continuato con la raccolta delle firme ai banchetti nelle piazze, nelle vie e nei mercati, per chiedere il referendum popolare.

8778 cittadini della provincia di Imperia hanno chiesto di poter decidere con il voto come doveva essere la gestione dell’acqua. Mesi di informazione, di incontri, dibattiti e poi …….. gente decisa si è recata alle urne per dire: SI vogliamo che la gestione dell’acqua rimanga pubblica e che nessuno tragga profitto da un bene essenziale, vitale, un bene necessario per la sopravvivenza dell’uomo.

I risultati del referendum di tutti i Comuni della provincia di Imperia sono stati più che positivi, citiamo solo Sanremo al 51,4 % e Imperia al 59%, una vittoria locale che assieme ai voti di tutti gli italiani che si sono recati alle urne ha permesso di dare una risposta decisa e inequivocabile. Ora ci si aspetta che sia presa in considerazione la Legge di Iniziativa Popolare sostenuta da 400.000 firme, che giace in Parlamento da 2007 e che siano realmente definiti gli AATO, a sostegno delle scelte dei singoli Comuni.

E’ una vittoria importante perché prima di tutto con il raggiungimento del quorum ha vinto la democrazia, la volontà della popolazione di partecipare alle scelte del Paese.

Insieme al SI dei due referendum dell’acqua hanno vinto anche i SI contro il nucleare e il SI contro il legittimo impedimento.

Tutti assieme abbiamo chiesto acqua, sole e legge uguale per tutti. E abbiamo vinto!

15 giugno 2011

Coordinamento imperiese per l’Acqua Pubblica

Commenta