Coordinamento Imperiese per l'Acqua Pubblica Rotating Header Image

ACQUA PUBBLICA: QUALI PROSPETTIVE ? Incontro-dibattito a Ventimiglia

Com’è noto nei mesi scorsi un milione e quattrocentomila cittadini  – (quasi  novemila nella nostra provincia  di cui 3.500 nella zona intemelia )  –  hanno firmato  tre referendum per poter votare contro la privatizzazione del servizio idrico,  sancire il diritto all’acqua come bene comune senza scopo di lucro “privo di rilevanza economica” ed eliminare ogni forma di speculazione su un bene primario, inalienabile e universale  qual’è l’acqua.

I referendum  si dovrebbero tenere entro giugno del prossimo anno; la data, però, in caso di elezioni politiche anticipate – ormai quasi certe – slitterebbe  al 2012.

Nel frattempo scadono i termini entro i quali  deve essere applicata la legge in vigore ( tra cui il decreto Ronchi) che di fatto  obbliga  a mettere in gara d’appalto e a privatizzare il servizio idrico, impedendo così anche per il futuro la necessaria ripubblicizzazione.

E’ evidente che tutto ciò  svuoterà il senso ed il grande valore umano, sociale e culturale che ha assunto anche in Italia la battaglia di civiltà per l’acqua pubblica e vanificherà la volontà di milioni di cittadini impedendo loro l’esercizio del diritto costituzionale a pronunciarsi col voto referendario su una legge che considerano assolutamente ingiusta e  particolarmente antidemocratica.

La situazione che si sta determinando richiede  pertanto un maggiore e rinnovato impegno da parte di tutti coloro che credono nei valori incomprimibili della democrazia.

Dopo l’entusiasmo e la sensibilità dimostrati durante la raccolta delle firme  è quanto mai necessario, quindi, assumere ulteriori iniziative  che rispondano  efficacemente all’esigenza di giungere ad una moratoria normativa: uno stop immediato alle privatizzazioni fino al referendum !

Il Forum nazionale dei Movimenti per l’acqua pubblica sta proseguendo con un intenso programma di incontri e di confronti con le forze sociali, culturali e politiche  a livello nazionale ed ha indetto una nuova campagna di sensibilizzazione con manifestazioni regionali in tutta Italia per il prossimo 4 dicembre. In Liguria la manifestazione si svolgerà a Genova.

Nella nostra provincia il  CIMAP (Coordinamento imperiese per l’acqua pubblica) ha intensificato le sue attività  per rilanciare ulteriormente sul nostro territorio  il tema dell’acqua, affrontare  le problematiche connesse, sensibilizzare la popolazione e gli amministratori locali.

Anche nella zona intemelia occorre proseguire con l’impegno e la passione che hanno caratterizzato il periodo della raccolta di firme.

Ma, qual’è la situazione sul nostro territorio ? Come si muove la Provincia si questi temi ? E la Regione ? E l’AATO idrico provinciale?  E il ruolo dei Comuni ?  Quanti di essi hanno già  modificato lo statuto comunale ?  Qual’è la posta in gioco anche in termini economici per i cittadini ?

Per fare il punto sulla situazione  e decidere insieme il prosieguo delle iniziative di sensibilizzazione, di confronto e di impegno comune è stata organizzato un

Incontro – dibattito dal titolo “Acqua pubblica: quali prospettive ?” mercoledì 1° dicembre 2010  alle ore 21.00 nel Salone di via Cavour, 65, a Ventimiglia.

Tra gli altri parteciperanno:

  • Tiziana Civardi, Sindaco di Camporosso;
  • Giorgio Caniglia, del CIMAP- Coordinamento imperiese per l’acqua pubblica;
  • Luciano Devescovi, Presidente del Circolo Pasolini;
  • Giuseppe Famà, che presiede, dell’Associazione culturale XXV Aprile/Arci.

Sono invitati ad intervenire anche  i Sindaci, i Consiglieri comunali e regionali del comprensorio,  le Associazioni sociali e culturali, le Organizzazioni sindacali e  le forze politiche.

L’ingresso è libero – La cittadinanza è cordialmente invitata.

Organizzano l’Associazione culturale XXV Aprile /Arci  ed il Circolo P.P.Pasolini

Commenta