Coordinamento Imperiese per l'Acqua Pubblica Rotating Header Image

Acqua: privatizzare in provincia di Imperia prima che cambi il vento

Dalle notizie di stampa apprendiamo con molta preoccupazione che il Presidente della Provincia persiste nell’intenzione di avviare il processo di privatizzazione del servizio idrico in tutto l’imperiese.

Questo avverrebbe assegnando a una società unica la gestione del servizio attraverso una gara che verrebbe vinta da una SpA tipo Iride o AMAT, che hanno come principale obiettivo quello del loro profitto.

E questo verrebbe fatto  con un’unica eccezione: le gestioni che sono già state privatizzate.

Bene hanno i fatto i tanti Comuni che si stanno opponendo a questa decisione affrettata e che è  motivata solo con il fatto che tra poco tempo le cose possono cambiare:

–          A breve la Corte costituzionale deciderà sui ricorsi per legittimità costituzionale presentati da alcune regioni, tra cui la Liguria, relativi proprio alle leggi che “impongono”  la privatizzazione,

–          Tra qualche mese vi saranno i referendum per avere una gestione pubblica dell’acqua e la decisione della Provincia di Imperia di privatizzare vuole andare subito nella direzione opposta, prima che i cittadini si possano esprimere liberamente e consapevolmente.

Il Coordinamento Imperiese per l’Acqua Pubblica manifesta la propria totale solidarietà ai Sindaci della Provincia che si stanno opponendo al processo di privatizzazione, sottolineando anche come gli organi provinciali procedano curiosamente a due velocità: lenta per la risoluzione del problema rifiuti, alta per la privatizzazione del servizio idrico.

Ribadiamo con forza il nostro SI alla gestione pubblica dell’acqua.

Le migliaia di cittadini imperiesi che hanno firmato per i referendum sapranno far sentire la loro voce!

CimAP – Coordinamento Imperiese Acqua Pubblica

Commenta